Dolori della parte mediale del piede o medio piede

Dolori del dorso del piede

spesso questi dolori sono dovuti ad un’artrosi dell’articolazione tra le ossa del tarso e del metatarso, cioè l’articolazione localizzata al livello della cima del’arco del piede.

Dolori della parte mediale del piedeSi chiama l’artrosi dell’articolazione di Lisfranc.
Questa artrosi arriva spesso spontaneamente, ma può manifestarsi anche dopo un trauma anziano.
Questa artrosi è dolorosa nel camminare, e pùo svilupparsi con dei periodi più dolorosi ed infiammatori e con dei momenti più sopportabili.
Si accompagna di un leggero gonfiore del dorso  del piede e la percezione alla la palpazione, di discrete escrescenze ossee dorsali paragonabili a piccoli becchi di pappagallo artrosiche.

L’artrosi è resa dolorosa per la mancanza di cartilagine, e non è guaribile. La medicina non permette ancora di ricreare una superficie di cartilagine sparita.
La cura consisterà in dare dei mezzi al paziente per renderla più sopportabile  e quindi  meno costringente possibile. È a base di antinfiammatori, di antidolorifici, di rieducazione dolce, di suole ortopediche, privilegiando anche delle scarpe a suola rigida, di infiltrazioni, di cure termali,.
Nei casi estremi di invalidità, si potrà proporre un intervento chirurgico di cui la convalescenza e sempre lunga.

Dolore dovuti a un piede piatto

 Alcuni piedi presentano un cedimento dell’arco interno.
Questo cedimento può essere di origine congenitale, familiare, e pùo verificarsi dalla più giovane età.
Talvolta questo cedimento può avvenire più tardi, invecchiando, ed il piede crolla  progressivamente sulla  parte interna.

Questo cedimento provoca un appoggio sbagliato del piede ed il carico è accentuato sulla parte interna, provocando non solo dei dolori di sovraccarico meccanico, ma anche delle conseguenze sulle articolazioni localizzate al disopra: alla parte posteriore del piede, la caviglia,il ginocchio, l’anca, e la colonna vertebrale.
Il problema è meccanico, dovuto ad un equilibrio degli appoggi sbagliato, e la soluzione terapeutica  sarà anch’essa meccanica.
Bisognarà rialzare e sostenere quest’ arco plantare sfondato, utilizzando delle suole ortopediche.
Se queste suole non sono tollerate o inefficaci a causa di una deformazione troppo importante, occorerà considerare allora un intervento chirurgico che consisterà in praticare delle fratture nel piede per raddrizzarlo.
Queste operazioni richiedono una convalescenza post operatoria abbastanza lunga.

Dolori della parte mediale del piede cavo

I piedi cavi presentano una volta plantare molto arcuata, e sono più rari dei piedi piatti.
Im più sono raramente dolorosi al livello del dorso del piede.
Alcuni piedi cavi molto deformati hanno un’origine familiare e neurologica collegata ad una malattia di Charcot Marie Tooth. (da non confondere con la malattia di Charcot o sclerosi laterale amiotrofica che è una malattia neurologica demielinizzante molto più grave).
La maggior parte di questi piedi cavi dolorosi sono alleviati dal portare  suole ortopediche e delle sedute di rieducazione.

In  rari casi, è proposto un intervento chirurgico di cui la convalescenza e lunga
L’oportunita di praticare questo intervento deve essere discussa con precauzione nel quadro di una malattia di Charcot Marie Tooth.

Dolore plantare al livello della parte  mediale del piede

Dolori della parte mediale del piedeSpesso si tratta di un’infiammazione dell’aponevrosI plantare che è la corda dell’arco del piede; quest’aponevrosi è un striscia fibrosa spessa, (si sente tendersi sotto la pianta del piede quando si tendono verso l’alto le dita), che si fissa sulla parte plantare dell’osso calcagno del tallone, percorre tutta la pianta del piede, e viene a fissarsi alla base delle dita.

Col tempo, quest’ aponevrosi si ritrae, perdendo la sua elasticità e si infiamma più facilmente, provocando dei dolori nel camminare.
Per trattare ed evitare questi dolori, è consigliabile evitare di portare delle scarpe troppo basse e che non mantengono il piede, e praticare regolarmente delle sedute di stiramenti del tendine di Achille e dell’aponevrosi.

A volte, questa contrazione dell’aponevrosi  è corredata di noduli che si sentono alla palpazione della pianta del piede, e al livello dell’ arco del piede.
Si tratta della malattia di Ledderhose. Questi noduli sono ben tollerati in generale e chiedono raramente un intervento per toglierli.

After you have typed in some text, hit ENTER to start searching...